Trapani, protestano le società di basket minore

4C0E1EAB-6B17-404D-873D-CC44233F546CL’osservatorio per la Legalità lo aveva denunciato lo scorso anno. Ad agosto di quest’anno  poi, unitamente ad alcune società sportive e ad alcuni iscritti al movimento Diventerà Bellissima, con un documento aveva chiesto all’attuale amministrazione di far qualcosa  per consentire l’avvio delle stagioni agonistiche. “Dopo il parziale utilizzo del Pattinodromo e del campo Aula, le palestre per praticare basket a Trapani erano e rimangono interdette. Raccogliamo oggi il grido di protesta, lo sconforto e la rabbia di Domenico Lombardo e Tony Barraco, due dirigenti della Drepanum Basket  che vista l’impossibilità di fare allenamenti, vista la mancanza di strutture, hanno deciso di non iscriversi al campionato amatoriale CSI. Così l’Avv.Vincenzo Maltese Presidente dell’Osservatorio per la Legalità.

“Chiediamo ancora una volta a questa amministrazione di far presto”, sottolinea Vincenzo Maltese, “di aprire almeno una palestra entro quest’anno e continuiamo a chieder una  Consulta per lo Sport. Immaginiamo che per quella di via Tenente Alberti i tempi saranno lunghi visto che si trova vandalizzata pressoché totalmente e le somme da impegnare saranno consistenti. Non sappiamo invece in che condizioni si trovino le altre.
Attendiamo pertanto una risposta (con i fatti) seria e concreta, conclude Vincenzo Maltese, ed una programmazione nel medio tempo che possa risolvere tale problematica definitivamente.
Nel frattempo ci rendiamo disponili ad un incontro con l’amministrazione con una delegazione dei rappresentanti delle società sportive”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>