Custonaci, Giuseppe Bica presenta il progetto elettorale “Custonaci 2023”

«Turismo, cultura, marmo, sociale e lavoro sono le cinque parole che contraddistinguono il nostro progetto elettorale. La lista “SìAmo Custonaci” vuole dare continuità alle forti azioni già prodotte, per promuoverne di nuove e per dare seguito concreto alle parole e ai sogni, per continuare a volare alto.

Ho formato una squadra di candidati consiglieri convinti delle loro scelte, pronti a lavorare nella continuità e nella novità, uniti negli intenti. Un gruppo di giovani, donne, amministratori di esperienza che incontrano e ascoltano giornalmente i cittadini, le associazioni, i lavoratori, le imprese», così Giuseppe Bica ha aperto la sua campagna elettorale nel contesto del comizio di ieri sera  in  Piazza Santuario, a Custonaci.

 

«Cornino, località balneare d’eccellenza è un sogno che diventerà realtà», così afferma Giuseppe Bica.

Una visione strategica e una progettualità coordinata che continua nel nuovo programma elettorale per una vera e propria “opera di trasformazione” di Cornino, con la realizzazione di un piano di sviluppo del sistema costiero ai fini balneari e per il tempo libero. Cornino sarà, infatti, dotata di attrezzature e nuovi servizi come lidi, chioschi, bar, ristoranti, parchi per bambini, parcheggi, docce. Un progetto di squadra che vedrà la partecipazione delle amministrazioni locali e degli imprenditori del settore turistico.

Dopo aver lavorato in questi anni a far conoscere Custonaci con le sue peculiarità culturali, naturalistiche, gastronomiche, religiose, puntando sulla comunicazione e sulla promozione del territorio, il programma elettorale adesso punta sulla strategia di marketing integrato per il settore turistico e agroalimentare al fine di costituire, formalizzare e promuovere il territorio Custonaci quale destinazione turistica.

«Tra gli spunti centrali del programma – ha sottolineato Giuseppe Bica -  quello di dare vita all’Albergo Diffuso, un’alternativa innovativa, nel campo del turismo. Custonaci diventerà protagonista di una nuova realtà a sostegno di un originale modello di sviluppo turistico del territorio costruito su una diversa pratica di ospitalità. Un concetto vincente che permetterà di valorizzare il paesaggio, il tessuto urbano ed edilizio, la cultura del luogo, l’arte, in un equilibrio tra conservazione e cambiamento per un futuro sostenibile».

Nel progetto elettorale le linee guida generali sul tema della cultura e degli eventi. Tre le azioni: l’ampliamento del Centro Culturale Espositivo del Marmo, lo studio delle tradizioni popolari, dei profili culturali, della dizione e dei costumi legati ai mestieri riprodotti nel Presepe Vivente della Grotta Mangiapane, al fine di perfezionare le scene del Presepe e farle diventare patrimonio dei beni immateriali da salvaguardare. Grandissima novità: rendere il Museo Etno-Antropologico della Grotta Mangiapane attivo tutto l’anno attraverso la realizzazione di statue animate vestite con abiti dell’epoca. Ed ancora la realizzazione di un Parco letterario dedicato a Dino D’Erice nel centro storico e nei nuovi giardini comunali, nuovi eventi in cantiere e l’avvio delle procedure della registrazione della “Sfincia” come prodotto De.Co.  (denominazione comunale d’origine).

Il candidato a sindaco di Custonaci si è soffermato sulla necessità di porre al centro delle priorità il ruolo della comunità, della famiglia, della scuola ed ancora di implementare i servizi per i diversamente abili e gli anziani, l’erogazione di voucher sociali, incentivare, coinvolgere e valorizzare i giovani attraverso l’organizzazione di laboratori culturali e formativi.

Il programma elettorale propone un nuovo modello di innovazione sociale con l’idea della cooperativa di comunità.  I cittadini saranno produttori e fruitori di beni e servizi.

Altro importante tassello sarà la nascita della Fondazione “Custonaci per la cultura” e dello Sportello Europa. Quest’ultimo svolgerà attività di informazione e consulenza tecnica sui principali bandi di finanziamento europeo e si rivolgerà alle imprese e alle associazioni del territorio al fine di facilitare l’accesso degli operatori locali alle opportunità di finanziamento europee.

Bica infine ha parlato dell’esigenza di dare nuova centralità al marmo, risorsa economica per tutta la comunità di Custonaci. «Il marmo deve diventare un volano per innescare progetti legati a turismo, cultura, arte e artigianato artistico, nel rispetto dell’ecosistema custonacese, attraverso un progetto di rilancio industriale con un contratto di rete fra le aziende e un tavolo di lavoro ministeriale, che possa prevedere il progetto Zone Franche Industriali con una serie di importanti finanziamenti a favore delle aziende del settore. Nuove idee sostenibili per il comparto marmifero: design e marmo un connubio vincente», così ha sottolineato il candidato a sindaco Giuseppe Bica.

Nel corso dell’incontro erano presentati i candidati della lista “SìAmo Custonaci”: Leo Bonfiglio, 35 anni, docente, Silvia Campo,  37 anni, docente, Filippo Castiglione, 51 anni, commerciante, Francesca Colomba, 46 anni, imprenditore, Maria Grazia Morici, 22 anni, rappresentante, Giovanni Noto, 46 anni, imprenditore, Giovanni Oddo , 50 anni, imprenditore, Maria Stella Pace, 42 anni, commerciante, Baldassare Pollina,  66 anni, pensionato, Gioacchino Poma, 33 anni, ingegnere, Arianna Ragusa, 23 anni, impiegata, Carmelo Zichichi, 35 anni, impiegato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>