Rotaract Club Trapani. Cerimonia 48° Anniversario, consegna Carta Costitutiva

45Lo scorso 25 novembre, presso il salone della sede del Rotary Club di Trapani, ha avuto luogo il 48° Anniversario della Consegna della Carta Costitutiva al Rotaract Club di Trapani, uno dei club più longevi del distretto Sicilia-Malta. Hanno preso parte alla cerimonia il Presidente del Club Rotary Trapani, Giuseppe Cognata, sempre vicino al club Rotaract; in rappresentanza del Distretto Rotaract 2110 Ettore Calabrò, Pasquale Pillitteri e Mattia Branciforti. Presenti, inoltre,  alcuni dei Past President del club dal ’78 che hanno avuto il piacere e l’entusiasmo di raccontare alcuni aneddoti vissuti. Da quel 25 novembre 1969 ad oggi ne è stata scritta di storia; tanti i presidenti che si sono succeduti intenti a creare qualcosa di bello durante il proprio anno portando in alto il nome del club. Ed ancora tanti i membri del direttivo, soci, aspiranti, amici che hanno contribuito a rendere vivo, attivo e splendente questo club. A raccontare la loro esperienza sono stati Angela Serraino e Sara Battaglia (tramite dei messaggi affettuosi pervenuti alla Segreteria del Club), Corrado Fodale, Riccardo Pellegrino, Giosuè Norrito, Pamela Cosenza, Marco Cernigliaro, Alberto Raffa, Davide Maria Gabriele. Ad emozionare particolarmente gli intervenuti è stato l’intervento del Dott. Baldassare Cernigliaro, socio fondatore del club nonché socio onorario, il quale ha ripreso “l’immagine fotografica” di quell’anno in cui il club fu fondato.“Sono molto contento di questa serata che vede la partecipazione di tanti soci ordinari e past, 48 anni sono un bel traguardo, ora dobbiamo traghettare per altrettanti” ha commentato Alessandro Vona, Presidente per l’anno sociale in corso, “quando penso che il Rotaract in Italia quest’anno festeggia il 50° anniversario di fondazione, e il nostro club è nato solamente due anni dopo questo ci inorgoglisce molto”. Non è mancato un momento di riflessione in occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle donne, a tal proposito sono state lette due poesie della grande Alda Merini che celebrano la figura della donna. Il club negli anni precedenti è stato protagonista e sostenitore di un progetto contro la violenza sulle donne, “Nemmeno con un fiore”, affrontando questa tematica. “Ogni presidente ha insegnato qualcosa, ha lasciato una eredità culturale e morale e ha trasmesso il valore rotariano al club che ne ha fatto tesoro. Dobbiamo tenere fede al motto che quest’anno il Presidente Internazionale ha scelto per il cammino del Rotary International “Making the difference”- fare la differenza, pertanto non solo operare ed impegnarsi nei service in conformità con quelli che sono gli scopi del Rotary ma anche di illuminare il lavoro fatto e mostrarlo, non certo in una sorta di sterile autocelebrazione ma allo scopo di far conoscere il Rotary”. “Non siamo nostalgici” conclude il presidente Vona, “il nostro ricordo lo intendiamo nella pura accezione semantica del termine re-cordis, portare qualcosa nel cuore, sede della nostra memoria”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>